Meta description

Come scrivere e ottimizzare la Meta Tag Description

Se hai un sito che aggiorni spesso, aggiungendo con regolarità nuove pagine, è ti stai chiedendo come scrivere la meta tag description, sei già avanti rispetto a tanti altri “abitanti del web”. Sì, perché sono ancora molti i siti la cui presenza sulle SERP di Google è incompleta… La cosa è ancor più grave nel 2018, anno in cui Google ha deciso di dare più spazio a questo piccolo testo.

Cos’è la meta description

La meta description è un testo tanto invisibile nella pagina del tuo sito, quanto importante per determinarne le sorti nello sconfinato oceano del web, specialmente quando viene posizionata nei motori di ricerca. In genere coincide con una o, al massimo, due frasi che terminano con un punto, un punto esclamativo o un punto interrogativo. La lunghezza massima consigliabile si aggira attorno ai 150 caratteri (dalla fine del 2017 la lunghezza di questo testo è pressoché raddoppiata!).

Pur non influendo direttamente sul posizionamento, è sempre buona norma inserire all’interno della meta description le parole chiave per cui vuoi che la tua pagina venga ben posizionata. Ad esempio se la pagina parla di hotel a Parigi, non sarebbe male inserire questi due termini all’interno del micro testo.

La meta description influisce sul ranking di Google e gli altri motori di ricerca?

Sia gli esperti SEO di tutto il mondo, che le linee guida fornite direttamente da Google, dichiarano che la meta description non è un fattore di ranking, quindi non influisce direttamente sul posizionamento della pagina nei motori di ricerca.

Tuttavia, tra inserire una buona description e no, vale la pena scegliere la prima strada e investire qualche minuto di tempo per la sua scrittura. Se scelta bene, con all’interno le parole chiave principali della pagina ad esse associata, può influire sulla scelta dell’utente, al momento di cliccare uno dei risultati restituiti da Google nelle sue SERP.

In altre parole, una descrizione ben fatta e con uno stile persuasivo, incide positivamente sulla visibilità del sito perché aumenta il tasso di clic.

Codice HTML della meta description

Come già accennato, la meta description è un tipo di testo che non si vede nella pagina web visualizzata dall’utente. L’unico luogo in cui si può visualizzare è sulle SERP di Google e degli altri motori di ricerca. Il codice HTML per inserire la meta description è questo:

<meta name=”description” content=”Testo che si vuole inserire…”>

Questo spezzone di codice va inserito all’interno della <head> del documento stesso.

Strumenti per vedere in anteprima la meta description

Se hai un sito WordPress e hai installato il plugin SEO by Yoast, troverai uno spazio apposito per inserire lo snippet della pagina stessa, con un contatore che ne visualizza il numero di caratteri. Contemporaneamente, viene visualizzato anche il tag title, l’indirizzo e la description che si vedranno sulle SERP di Google.

A tal proposito, però, è importante fare una precisazione: non sempre Google restituirà nelle sue SERP il testo da noi inserito. Questo perché il motore di ricerca si riserva di scegliere il tipo di testo più adatto, in funzione delle parole chiave digitate dall’utente. Se queste risultano diverse da quelle da noi inserite, il risultato sarà diverso.

Ecco perché in alcuni casi conviene non inserirla

È il caso, ad esempio, delle categorie di blog particolarmente ricchi di articoli o degli e-commerce. In siti con tali caratteristiche, infatti, è frequente che l’utente arrivi sulla nostra pagina dopo aver digitato parole chiave con 3 o più termini di ricerca. Spesso, queste keyword sono diverse da quelle su cui noi abbiamo scritto la descrizione. In altre parole, sarebbe veramente impossibile beccare la meta description giusta per combinazione di parole chiave ricercate su Google.

Cosa conviene fare in questi casi? Certamente lasciare vuoto questo meta tag e far sì che il motore di ricerca visualizzi le frasi più attinenti, le parole che in qualche modo “contornano” le keyword digitate dall’internauta prima di giungere sulla pagina stessa.

Come scrivere la meta description: un esempio virtuoso

Ecco un esempio di meta descrizione ben fatta, non a caso è dello Studio Samo, agenzia italiana titolatissima in ambito SEO:

Meta description Studio Samo

Come puoi notare, in una manciata di parole vengono descritte le caratteristiche dello Studio Samo, tra cui il fatto di aver accumulato una lunga esperienza dal 2005, anno in cui è nato. Da non trascurare, infine, la call to action finale. Dal mio punto di vista, la chiamata all’azione in alcune description risultano determinanti per aumentare il tasso di clic e, di conseguenza, migliorare la visibilità del sito sul web (e il tasso di conversione).

Meta description nel 2018

Molti proprietari, o gestori di siti web, si stanno chiedendo quanto deve essere lunga la meta description nel 2018. La domanda non è affatto fuori luogo, in quanto da poco tempo Google ha deciso di dare più spazio a questo microtesto, forse conscio dell’importanza che riveste nelle SERP di Google.

Come già accennato, dalla fine del 2017 la lunghezza massima consentita di aggira attorno ai 320 caratteri, praticamente il doppio rispetto ai circa 160 caratteri da sempre consentiti. Una bella rivoluzione per tutte quelle persone che scrivono per il web e hanno a cuore questi aspetti non secondari dell’ottimizzazione del proprio sito!

Tre consigli utili per scrivere una meta description efficace

Pensa prima ai lettori

Il primo consiglio è quello di scrivere la meta description pensando alla SEO ma, soprattutto, ai lettori. Immagina l’utente web che avvia una ricerca su Google e si trova davanti agli occhi 10 risultati su un’unica pagina, tra cui il tuo sito. Tra i criteri di scelta del lettore sicuramente inciderà questo breve testo che, se ben scritto, persuaderà il lettore a cliccarci sopra.

Metti qui la tua idea differenziante

Il secondo consiglio consiste nell’inserire all’interno di questo mini testo ciò che ti distingue dalla concorrenza. In altre parole, già in questa prima fase di avvicinamento con il lettore dovrebbe emergere l’idea differenziante che contraddistingue il tuo prodotto/servizio.

Scrivi una descrizione accurata

Il terzo consiglio, infine, è di non percorrere la via più semplice, cioè quella di inserire in maniera seriale la stessa meta description per varie pagine affini. Detto in maniera più diretta, anche per questo micro testo bisogna dedicare la giusta attenzione, come per gli altri contenuti.

Conclusioni

Come hai potuto comprendere dalla lettura di questo lungo articolo, la meta description è un testo piccolo e nascosto, ma che sfodera tutta la sua “potenza persuasiva” nel momento in cui c’è bisogno di attrarre il potenziale lettore/cliente verso la nostra pagina.

Come sempre, ti invito a contattarmi per saperne di più o a lasciare un commento a questo post!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *