Le tariffe del copywriter: ma quanto ti costo?

Tariffe del copywriter

Alcune persone che mi contattano per un preventivo si meravigliano delle tariffe del copywriter per la scrittura di testi per il web, considerandole troppo alte. Quindi ho deciso di scrivere questo articolo e spiegarti quali sono i passi necessari per redigere un testo che attragga lettori e potenziali clienti.

 Le tariffe del copywriter dipendono… dal copywriter

Dato che hai aperto questa pagina per farti un’idea concreta su quanto potresti spendere rivolgendoti a un copywriter, ecco alcune cifre che valgono più di mille parole:

  • per un testo di una pagina web in genere chiedo una cifra che varia dai 30 ai 50 euro
  • per il contenuto di un’email marketing i prezzi sono più o meno gli stessi.

Detto ciò, la differenza sostanziale tra un copywriter e colui che scrive a tempo perso è netta. Il primo è un professionista che dedica le sue giornate a scrivere. E quando non scrive investe il suo tempo a formarsi e studiare nuove forme di scrittura persuasiva per far vendere il suo cliente.

Colui che si “diletta” a scrivere, invece, può anche avere un’ottima cultura di base e una perfetta conoscenza della lingua italiana. Ma ciò che gli manca è l’esperienza e la conoscenza di tutte quelle tecniche per scrivere contenuti utili, che piacciano a Google e convincano i potenziali clienti a diventare tali.

 

Un buon copywriter sa cosa deve scrivere

Di che cosa deve parlare un buon testo? Questo è un quesito fondamentale, al quale bisogna saper rispondere con precisione per svolgere al meglio il proprio mestiere. La prima cosa da fare quando si avvia un progetto di copywriting è informarsi, attingere a fonti attendibili e interagire con il cliente. In altre parole, non accontentarsi di poco. A questo punto avrai già compreso che questo lavoro richiede tempo, ore che incidono sulle tariffe del copywriter e ne giustificano le cifre che a molti clienti fanno storcere il naso.

 

Tariffe del copywriter: un esempio pratico

Un esempio pratico? Pochi giorni fa ho preparato un testo per un’azienda che vende ricambi per fuoristrada. Beh, ho trascorso del tempo ad apprendere ogni aspetto riguardante i fuoristrada: i modelli più in voga, le tendenze attuali e le maggiori richieste sul mercato. Ho navigato tra siti tematici, portali delle case automobilistiche in questione, forum e blog. Soltanto in un secondo momento ho aperto il file Word per iniziare a buttar giù qualche riga.

La prima fase non è stata affatto cazzeggio: tutt’altro, visto che non nutro una folle passione per i fuoristrada! Piuttosto il tempo necessario per masticare l’argomento, deglutirlo con calma e ruminarlo prima della metabolizzazione. Solo così si può scrivere con convinzione, e per convincere gli altri!

 

Immagina (il lettore), puoi

Dopo aver pensato al cosa, giunge il momento di focalizzarci sul come dire ciò che si deve dire. La strada maestra rimane quella di immaginarci il lettore/cliente medio che siede di fronte a noi, e iniziare a scrivere (parlare) direttamente a lui. Questo esercizio di fantasia aiuta molto a scegliere lo stile giusto e a trovare le parole migliori per arrivare dritti al cuore del target di riferimento.

Se il target è giovanile uno stile da pubblica amministrazione, magari farcito con qualche termine ottocentesco, risulterà poco efficace. E ancora: scrivere un testo per un sito di dog sitting sarà diverso che redigerne uno dedicato ai beni di lusso o all’antiquariato.

In questa fase aiuta molto l’esperienza che il copywriter ha accumulato negli anni. La stessa esperienza che per forza di cose non può avere colui che si diletta a scrivere.

 

E poi c’è la tecnica

Non bastassero i passaggi fin qui descritti a far lievitare le tariffe dei copywriter, ce ne sono altri da compiere per arrivare al “testo perfetto”, e questi passaggi riguardano le tecniche di scrittura. Perché un testo può essere figlio di una conoscenza approfondita dell’argomento e perfettamente in sintonia con il target dei destinatari. Ma se non è persuasivo, serve a poco. E per persuadere bisogna saper dire le cose giuste, soprattutto al momento giusto. Ecco un articolo che descrive tre modi per dire la cosa più importante all’interno di un testo.

Le tecniche di persuasione sono molto utili in quei testi che devono convincere, vendere: pensiamo alle lettere commerciali o alle email marketing. Un testo scritto di mestiere, quindi da un copywriter di professione, può cambiare in meglio il destino di una campagna promozionale. Siamo certi che il “ragazzotto di turno” sia capace di fare ciò?

 

Sul web è tutto più difficile!

Nel web circolano centinaia di articoli, guide ed ebook dedicati alla scrittura per il web. Tante regole e suggerimenti che ruotano attorno a un concetto chiave: leggere sullo schermo stanca. Su quello degli smartphone e dei tablet ancor di più! Da qui l’esigenza di aiutare il lettore a leggere con il minor sforzo possibile. Senza fargli perdere l’attenzione. Anzi, possibilmente tenendolo con gli occhi incollati al testo! E come se ciò non bastasse, bisogna scrivere per piacere ai lettori e allo stesso tempo ai motori di ricerca. Ecco, quindi, che bisogna fare attenzione affinché il testo sia scritto in ottica SEO, cioè con dei requisiti tali per scalare le SERP e risultare ai primi posti di Google.

 

Le tariffe del copywriter ti sembrano ancora alte?

Dopo quel che hai letto, le tariffe che noi copywriter applichiamo ti sembrano ancora così alte? Fammi sapere la tua opinione, contattandomi per email o lasciando un commento al post!

6 commenti
  1. Emma
    Emma dice:

    Ciao Leonardo!
    Mi chiamo Emma e da non molto ho deciso di intraprendere la strada della scrittura professionale per il web, proseguendo idealmente il percorso iniziato tanti anni fa con lo studio. Dopo una lunga assenza, mi sono ritrovata di nuovo e inevitabilmente su questo sentiero, ceh nel frattempo si è nascosto tra le erbacce. Così mi sono rimboccata le maniche e ho ricominciato a fare ciò che so fare meglio: studiare, studiare e studiare per aprirmi un varco e poter proseguire.
    In questo periodo, mi capita sempre più spesso di leggere post dai toni un po’ seccati di professionisti del web a diverso titolo. Si intravede nelle loro parole una sorta di crescente insofferenza verso professionalità, che, forse anche perché non ancora ben delineate a livello istituzionale, vengono millantate quando non addirittura inventate. Come in ogni ambito dell’esistenza, anche qui c’è chi crede di poter approfittare di situazioni in evoluzione, quindi ancora confuse (che tristezza).
    Sono convinta però che la passione per il proprio lavoro, la determinazione, la professionalità e l’esperienza paghino (vero?).
    Colma delle prime due e in movimento per acquisire le altre, io insisto su questa strada.

    Grazie Leonardo per gli ottimi spunti

    Rispondi
    • Leonardo Guerrini
      Leonardo Guerrini dice:

      Ciao Emma,
      confermo la tua convinzione: la passione per il proprio lavoro, la determinazione e la professionalità alla fine pagano. E, con l’esperienza, vedrai che tutto verrà da sé. Io tifo per te, e per tutti i professionisti di buona volontà! 🙂

      Rispondi
  2. Stefano
    Stefano dice:

    Carissimo Leonardo,
    la preparazione costa tanta fatica, impegno, dedizione e un sano divertimento.
    Per catturare l’attenzione delle persone, ora con il mondo internet, hai solamente a disposizione il tempo di un battito di ciglia; quindi per essere attraenti la scrittura deve essere interessante e “semplice”.
    “Il meno è il più”: questa è la strada del copy e tu, Leonardo, ci dai un qrossissimo aiuto.
    Ciao.
    Stefano.

    Rispondi
    • Leonardo Guerrini
      Leonardo Guerrini dice:

      Grazie Stefano, le tue parole mi rendono molto felice perché cerco sempre di fare del mio meglio per soddisfare i miei clienti! Ciaoooo 🙂

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *