Come scrivere per il web: un esercizio veloce per te!

Scrittura per il web

Scrivere per il web, in fin dei conti, non è difficile: occorre soltanto qualche attenzione in più, per rendere un testo leggibile e “attraente” su ogni tipo di schermo. Ciò dipende dalla natura stessa del mezzo di comunicazione: rispetto alla lettura di un libro, quella su smartphone o notebook è oggettivamente più difficile. Per questo motivo gli esperti di comunicazione online consigliano alcuni piccoli accorgimenti, davvero alla portata di tutti. Anche chi non ama scrivere e impiega ore per buttar giù poche righe, può rendere un testo leggibile su ogni tipo di schermo, quindi più persuasivo. Ecco alcuni suggerimenti, che puoi subito adottare per trasformare un “normale” testo in un testo perfetto per il web. Sei pronto? Andiamo!

Adotta la tecnica della piramide rovesciata

Mettiamo il caso che tu debba scrivere un post per il tuo blog, oppure un’email promozionale. Nel web, rispetto alla scrittura tradizionale su carta, è caldamente consigliabile inserire nella prima parte del testo le informazioni più importanti. Questo per un semplice motivo: i lettori fluttuano velocemente nella rete internet, non si fanno scrupoli a saltare da un sito all’altro e se non riusciamo a catturare la loro attenzione dicendogli subito di cosa parleremo nell’articolo, lo perderemo per sempre. Per questo motivo l’immagine di una piramide sottosopra, con la base all’insù e guarnita con le informazioni più importanti, è assai calzante. Man mano che scendiamo verso il basso, invece, scriveremo i dettagli secondari dello stesso argomento, fino a scemare verso la punta, con i particolari di poco conto. Provaci subito, crea un primo piccolo paragrafo con le informazioni più importanti, poi scrivi il secondo paragrafo con i dettagli meno salienti, e via dicendo!

Frasi sempre corte. I testi… dipende!

Se nella scrittura per il web tifo spudoratamente per le frasi corte e i periodi semplificati, sulla lunghezza dell’intero testo sto cambiando idea. Se avessi scritto questo articolo 2-3 anni fa, avrei affermato che sul web i testi devono essere rigorosamente corti. Oggi non sono così radicale e dico: dipende. Mi sono reso conto, infatti, che se un testo è ben strutturato e completo rispetto a un determinato argomento, gli utenti lo leggono tutto! Il caso più emblematico è quello dei tutorial, di cui il web è zeppo. Se una guida è fatta bene e risolve uno specifico problema del lettore, verrà letta dalla prima all’ultima parola. Quindi, inizia a scrivere tutto ciò che ritieni importante!

Metti il titolo, ma non dimenticare i sottotitoli.

Sto avendo un’ulteriore conferma di questa regola, proprio in questo periodo. Da qualche settimana, infatti, ho il grande onore di essere un redattore eBay: in pratica scrivo delle mini guide riguardanti alcune delle migliaia di prodotti venduti da questo portale di aste online. Tra le linee guida editoriali fornite da eBay, spicca la raccomandazione di dividere il testo in almeno tre paragrafi, ognuno capitanato da un titoletto che ne riassume il contenuto. Se hai adottato la tecnica della piramide rovesciata, non avrai particolari difficoltà a dividere il testo in diversi paragrafi, e a mettere per ognuno un sottotitolo. Provaci ora: crea 3-4 paragrafi e poi dagli un titoletto di poche parole!

La lista è un bene assoluto. La lista è vita.

Prendo a prestito una celebre frase del film Schindler’s List, per dare il giusto risalto a questo modo di organizzare il testo: utilizzando le liste puntate e numerate. La forza delle liste sta nella loro capacità di evidenziare gli argomenti salienti, anche dal punto di vista della formattazione del testo. Non a caso, gli elenchi puntati e numerati abbondano nei testi per il web. Provaci anche tu, prendi 4-5 punti salienti del tuo testo e crea una lista!

Infine, ci sono i grassetti.

Puoi mettere in risalto un concetto in due modi: attraverso una lista puntata o numerata, oppure mettendo in grassetto le parole che lo riassumono. Attraverso il grassetto, infatti, possiamo attirare l’attenzione del lettore nel punto del testo che desideriamo, guidandolo nella lettura e portando i suoi occhi dove desideriamo. Dai, sceglie le parole o le frasi che ritieni salienti in quel determinato paragrafo, e mettile subito in grassetto!

 

Osservando queste semplici regole, in pochissimo tempo dovresti aver trasformato un contenuto “normale” in uno ad hoc per il web, cioè ben strutturato e in grado di catturare l’attenzione del lettore, fin dalle prime parole.

Fammi sapere come è andata: commenta qui sotto o su Facebook!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *