Piero Angela

Piero Angela: maestro di copywriting

Per me l’estate non è estate senza alcuni piccoli rituali. Uno di questi è mettermi davanti alla televisione e guardare Superquark. Almeno una volta. Il noto programma televisivo condotto da Piero Angela va in onda il giovedì. Mentre scrivo questo post, dopo aver fatto una lunga passeggiata in cerca di ispirazione, aspetto con ansia la puntata di stasera. E penso alla voce pacata del più noto divulgatore scientifico italiano. Mi rassicura. Cosa c’entra tutto questo con il copywriting? Ora ci arrivo.

Il successo di Piero Angela si deve, certo, alla sua lunghissima esperienza davanti alle telecamere. Ma se gran parte degli italiani lo ama, dipende da una caratteristica che lo contraddistingue: la chiarezza espositiva. All’opposto degli “inarrivabili” tuttologi intenti a dimostrare a se stessi e agli altri quanto sono bravi, senza preoccuparsi se chi li segue ha capito qualcosa di ciò che hanno detto.

Piero Angela, invece, mette al primo posto i telespettatori. Lo fa rendendo semplici dei concetti complessi, per arrivare a farsi comprendere anche dalle fasce di popolazione meno acculturate. Il segreto sta nel linguaggio: Piero Angela parla in maniera semplice ma senza risultare sempliciotto; usa una sintassi lineare e attinge a una rosa di vocaboli ristretta, ma non manca mai di rispetto a chi possiede la laurea.

Piero Angela, insomma, è un esempio per tutti noi copywriter. Intenti ogni giorno a trovare i termini giusti, spesso cadiamo nella tentazione di scegliere quelli più difficili per far colpo sui clienti. Ma ci dimentichiamo che per riuscire nel nostro lavoro, e nella vita, la parola d’ordine è soltanto una: semplicità!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *